Alfred Stieglitz

Alfred Stieglitz nel 1902 - di Gertrude Käsebier

Alfred Stieglitz, probabilmente è stato il fotografo che ha fatto più di qualsiasi altra persona per promuovere la fotografia. La vocazione ha portato Stieglitz a fare molto per l’arte in generale, e per farlo ha dovuto parlare, ha dovuto scrivere ampiamente e autorevolmente su molti aspetti della fotografia. In tutta la sua vita, Stieglitz si dedicò quasi interamente alle indagini di verità e d’integrità nell’espressione artistica, un esempio che continua a influenzare il pensiero di molti fotografi ancora oggi.

Conclude dicendo, in un discorso evocatore che rispecchia la carica missionaria di cui era investito Stieglitz.1 “E noi, che cosa abbiamo fatto?
Persistiamo nel vecchio atteggiamento; alziamo le spalle con aria soddisfatta; i salotti di fotografia forse vanno bene all’estero, ma noi non potremo mai avere delle esposizioni importante sugli stessi criteri. Lasciatimi dire che non ci credo, che ho visto la stessa sfiducia all’estero, gli stessi sorrisi dubbiosi, la stessa aria compiaciuta e tuttavia esiti vittoriosi. Noi americani non possiamo permetterci di rimanere a guardare. Abbiamo ottimo materiale attorno a noi, nascosto in molti casi, tiriamo fuori! Decidiamoci una volta per tutte che siamo all’altezza della situazione!”

  1. -A. Stieglitz, A Plea for a Photographic Art Exhibition, in The American Annual of Photography and Photographic Times Almanac, 1895 ↩︎